Catalogo Collezione Permanente


 

GIOIELLO CONTEMPORANEO TRA PASSATO E FUTURO

Quando si pensa al gioiello contemporaneo, si tende ad associare questa forma d’arte all’utilizzo di materiali nuovi e tecniche di lavorazione innovative, ma sempre più spesso negli ultimi anni, numerosi artisti orafi hanno trovato nella tradizione una fonte di ispirazione preziosa capace di creare una connessione tra passato e presente.
Il criterio di selezione che ho voluto adottare per la scelta delle opere che andranno ad arricchire la Collezione della Fondazione Cominelli, è stata l’analisi di quegli elementi che nei secoli hanno caratterizzato l’idea di gioiello e che si sono conservati fino ai nostri giorni, reinterpretati da chi oggi si occupa del processo creativo. Materiali utilizzati fin dall’origine di questo mestiere, tecniche tradizionali ormai in disuso e forme antiche e apotropaiche, reinterpretate con linguaggi nuovi e soluzioni innovative. La storia del gioiello diventa la chiave per meglio comprendere l’ornamento personale, assistendoci nel leggere ciò che vediamo e consentendo una visione più completa di questa forma d’arte. Così la perla da sempre utilizzata in oreficeria quale elemento centrale del gioiello, viene scomposta e inglobata all’interno dell’opera per riapparire sotto forma e luce diversa; il cammeo tradizionale viene stravolto nel suo approccio pur mantenendo la caratteristica d’identità che lo ha sempre contraddistinto; il niello, anticamente utilizzato come intarsio nell’incisione di metalli, ora ricompare quale elemento materico; lo smalto, utilizzato nelle varie epoche storiche come sostituto delle pietre preziose, viene impiegato quale elemento pittorico di un nuovo linguaggio espressivo; le griffes, che una volta contenevano pietre, vengono ora sottratte alla loro funzione originaria per diventare esse stesse elemento formale del gioiello. La ricontestualizzazione di forme tipiche del passato apre il gioiello contemporaneo a nuove vie espressive, così da fornire allo spettatore un ampio ventaglio di opere colme di riferimenti storico-culturali da andare a scoprire ed interpretare.
Rita Marcangelo Curatrice

CONTEMPORARY JEWELLERY BETWEEN PAST AND FUTURE

When thinking of contemporary jewellery, we tend to associate this art form with the use of new materials and innovative techniques, but increasingly in recent years, many jewellery artists have found tradition to be a valuable source of inspiration, creating a connection between past and present. The criterion I have chosen to adopt for the selection of works to be incorporated into the Cominelli Foundation Collection, has been that of analyzing those elements that in the course of centuries have characterized the idea of jewellery, have been preserved to this day and reinterpreted by those involved in the making process. Materials used from the origins of this practice, traditional techniques that have fallen into disuse and ancient or apotropaic forms reinterpreted with a new language and innovative ideas. Thus the history of jewellery becomes the key to comprehend new elements characterizing personal adornment today, enabling us to have a more complete view of this form of art. Accordingly, pearls that have always been central to jewellery making, have been reassembled so as to appear under a different form and light; the traditional cameo has been deranged in its approach, although maintaining the characteristics of identity that have always distinguished it; niello, used in antiquity as an inlay on engraved or etched metal, reappears as a material element; enamel, used in various historic contexts as a substitute for precious stones is now applied as a pictorial element through a new expressive language; claw settings, used to hold stones, are now deprived of their original function to become part of the jewellery themselves. The recontextualization of forms that are typical of the past opens contemporary jewellery to new expressive routes, providing the spectator with a wide range of works that are filled with historical and cultural references to be discovered and interpreted.
Rita Marcangelo Curator